Potenzialità Argentique Photography Viaggio 

Potenzialità

All’alba di questo viaggio, i ricordi si affollano. Il ricordo di una risma di fogli gialli, e pacchi di rulli pronti per essere esposti. Cosa avrà pensato fisicamente quel Trix, chiuso nel bussolotto, se era cosciente di cosa avrebbe visto e cosa sarebbe diventato. Forse non riesco a spiegarmi: ci sono oggetti che hanno in sé un potenziale inespresso, una potenza che aspetta di svilupparsi. Un ordigno nucleare, un colpo di pistola, un rullo. Non sono poi diversi in potenza. Stasera, dopo tanto tempo, percepisco la fisicità dei rullini, del…

Read More
Doxa – la ricerca è cogente Philosophy Photography Social 

Doxa – la ricerca è cogente

Il problema dei pensatori odierni si concentra nella persistenza delle opinioni, e si disperde nella evanescenza dei ragionamenti. Concetti più complessi di due rilanci intellettuali, vengono immediatamente elisi (dal cervello, dalla lettura, dalla conversazione) con una velocissima scrollata di pollice verso (l’alto). Anche un semplice fatto, come l’espressione dell’intelletto tramite immagini fotografiche, diviene una matrice inamovibile in cui il progetto diventa più importante (quasi cogente) rispetto al risultato estetico e alla permeazione dell’idea. L’approvazione – pubblica o social- non può diventare una discriminante, uno strumento di vaglio di analisi.   Una…

Read More
Se litighi per strada, c’è qualcosa che sbagli. Photography Street Photography Viaggio 

Se litighi per strada, c’è qualcosa che sbagli.

Non c’è niente da fare. La proliferazione delle fotocamere (con annessi braccia e gambe) che camminano per la città, la moltiplicazione di telefonini alzati e sollevati davanti a qualsiasi cosa (compresa anche la propria vita), e l’esponenziale nascita di streeetphotographerreresssssss, ha dato spazio ad un fenomeno straordinario: la gente – per strada- si è rotta i coglioni di essere fotografata. Odia i fotografi e ne odia il desiderio freddo di possesso. La velocità (giaculatoria e precoce) con cui compongono e scappano. Avete mai guardato voi stessi mentre fotografate? Il vostro…

Read More
“Tutti i muri sono ricoperti di versi” – Marina Ivanovna Cvetaeva Photography Poesia Street Photography 

“Tutti i muri sono ricoperti di versi” – Marina Ivanovna Cvetaeva

Come abbiamo più volte ripetuto, il fotografo è un intellettuale, un raffinato, un ricercatore. Quando ci imbattiamo nelle parole della poetessa russa Cvetaeva, lo spirto guerrier c’entro ci rugge non può non incendiarsi d’ardore. E nella sublime sua accezione di madre disattenta, e fervida poetessa, lei si muove con lentezza in un mondo lanciato verso il Futurismo, la velocità, il motore, e la Prima Guerra Mondiale. A noi ci piace il suo modo di dire, che assomiglia troppo al muoversi del ricercatore di immagini, che si muove lentamente, mentre chi corre…

Read More
EvaQ Media & NewMedia 

EvaQ

Quando sentii pronunciare queste parole ne rimasi sconvolto. “Ci sono troppi contenitori, e pochi contenuti!” Il problema è che a parlarne era uno dei più importanti editori fotografici. Inutile spiegare cosa è il mondo della fotografia in Italia adesso. Come si sviluppano le dinamiche che portano una persona (e non una storia) (cioè le sue amicizie, i suoi natali, i suoi pompini) ad essere pubblicata. Ovviamente, quando ho visto questa terribile pubblicità non ho potuto fare a meno di sentire una strana emozione. Déjà vu. Bruciore di stomaco. Sensazione di calore aziendale…

Read More