You are here

1. Attrezzatura leggera

Quando si parla di attrezzatura, fotografi e amatori si dilettano nell’enumerare lenti, qualità, capacità ottiche, rispondenza, efficacia del consumo energetico.

Tutte cavolate.
Per la fotografia di strada ti serve una macchina che ti stia bene in mano, ti dia un senso di piacere e di godimento.
Non è la macchina che fa la foto, ma l’occhio e l’anima.

Personalmente ho la convinzione che si possa fare fotografia di strada con qualsiasi macchina. Lo strumento serve solo a dare una sicurezza alla mente e alla postura del fotografo.

Ma la macchina può procurare un piacere e una serenità che si rifletterà nelle immagini prodotte. Può renderti invisibile se tu pensi che te lo permetterà. La gioia nel maneggiarla e nell’usarla si vedrà nei tuoi sorrisi.E questo si traduce in serenità, buona presenza, respiro calmo. Un po’ come un vello magico che indossato vi donerà dei super poteri.

Cosa vi serve? – Sempre quello che avete lasciato a casa.
(Nella vita è sempre così).
Franklin Delano Roosevelt ha scritto: “Fai quello che puoi, con quello che hai, nel posto in cui sei.”

Filtri, treppiedi, paraluce, obiettivi di tutti i tipi, luci, flash, illuminatori e pannelli, sono inutili.
Meno kg vi portate dietro, più siete leggeri di animo.
Una sola macchina, e un solo obiettivo. Così non dovrete scegliere o cambiare obiettivi o aprire e chiudere un borsa o uno zaino enorme.

Ma il motivo principale di usare un solo obiettivo è quello che questa scelta vi costringerà ad avvicinarvi ai soggetti, a girargli intorno, a guardare in ogni prospettiva.

“Lasciate tutto ciò che non vi occorre, viaggeremo leggeri, andiamo a caccia di orchi!”

Aragorn II, Re Elessar Telcontar, conosciuto come Grampasso, figlio di Arathorn II,  l’ultimo discendente di Isildur ed erede al trono di Gondor.

Orco - un nuovo modo di dire buongiorno